Post

Visualizzazione dei post da Gennaio, 2015

Un anno di matematica e Pink Floyd

Immagine
Ieri il mio librinoLa matematica dei Pink Floydha compiuto un anno, dato che è uscito ufficialmente il 24 gennaio 2014.
Sono stati dodici mesi entusiasmanti: ho avuto l'onore di presentare l'e-book al Salone Internazionale del Libro di Torino ma anche in altre occasioni non meno divertenti, presso biblioteche e scuole e all'interno di trasmissioni radiofoniche.
Il destino ha anche voluto far sì che l'anno del mio librino coincidesse con l'anno del ritorno dei Pink Floyd, conil nuovo album The endless river.
Anche il 2015 mi vedrà impegnato a parlare del mio e-book.
Il prossimo martedì 24 febbraio sarò alla Biblioteca Comunale di Maserada sul Piave, in provincia di Treviso, dove sarà riproposta una serata simile a quella di Breda di Piave dello scorso novembre: non un classico incontro con l'autore, ma una carrellata di suggestioni musicali e matematiche, un assaggio dei temi trattati nel libro, e poi immagini, video, letture. Interverranno Stefano Zamuner, c…

Carnevale della Matematica #81 su Scienza e Musica

Immagine
Come spesso accade, giungo in ritardo a recensire il Carnevale della Matematica. Che poi, a ben vedere, il Carnevale è già di per sè un insieme (e che bell'insieme!) di recensioni di post, e almeno uno dei post recensiti è sempre di Mr. Palomar: se allora quest'ultimo a sua volta recensisce il Carnevale in un post che potrebbe anche finire sul successivo Carnevale, ecco chiudersi un anello che quasi quasi il buon Hofstadter definirebbe "strano".
Ma non divaghiamo: il Carnevale di inizio 2005 è stato ospitato da Leonardo Petrillo nel suo blog Scienza e musica, con l'interessante tema "Storia, Personaggi e Applicazioni dell'Analisi Matematica".
Se non l'avete ancora letto, fate attenzione: è un Carnevale ricchissimo, ma che dico ricchissimo, monumentale, ma che dico monumentale, enorme. Il bravo Petrillo ci regala una magnifica e memorabile introduzione storica sull'analisi matematica, che non parte, come solitamente si fa, da Newton e Leibniz…

I premi Turing: Donald Knuth

Immagine
Ricordo che ai tempi dell'università mi imbattevo di continuo in articoli o libri di informatica che, nella bibliografia, immancabilmente citavano uno dei testi sacri di questa disciplina: The Art of Computer Programming (in italiano L'arte della programmazione), dell'informatico americano Donald Knuth.
Probabilmente contagiato da questa usanza, anch'io alla fine decisi di inserire il sacro titolo nella bibliografia della mia tesi, come potete vedere nella figura qui a fianco.
Donald Knuth ha festeggiato proprio l'altro ieri, 10 gennaio, il suo settantasettesimo compleanno. Quando a Padova trovavo il suo libro citato ovunque, l'insigne ricercatore era appena più che cinquantenne: e io che me lo figuravo come un accademico decrepito, se non addirittura già defunto!
The Art of Computer Programming (spesso citata come TAOCP) è una monografia in più volumi, riguardante la teoria degli algoritmi e la loro analisi. Nei piani iniziali di Knuth, cioè attorno al 1962, do…