Post

Visualizzazione dei post da Marzo, 2013

Germogli

Immagine
Stamattina sono uscito a fare una breve passeggiata con mia moglie alle pendici delle colline veronesi. Dopo molti giorni grigi, finalmente il sole ha fatto capolino lanciando una promessa di imminente primavera, e la visione luminosa degli alberi in fiore e dei nuovi germogli ci ha fatto bene al cuore.
D'altra parte, oggi è Pasqua, festa di resurrezione per antonomasia, la cui data è legata, anche matematicamente, a quella dell'equinozio di primavera.

Ma dicevo dei germogli. Esiste un gioco che porta proprio questo nome (in inglese sprouts), e non credo che esista una stagione migliore di questa per provare a giocarci.
Il gioco nacque nel 1967 nella mente geniale di John Conway, ideatore anche dell'automa cellulare Game of life, dell'algoritmo Doomsday per calcolare i giorni della settimana, dei numeri surreali e di molte altre meraviglie matematiche. A plasmare l'idea collaborò anche un collega di Conway a Cambridge, Michael Paterson.
Il gioco dei germogli ebbe …

Fantasia sulla scacchiera

Immagine
Rileggendo i vecchi contenuti di questo blog, mi sono reso conto di non aver mai dedicato veramente un post al gioco degli scacchi, se non per parlare di aspetti marginali e di collegamenti con altri temi: ad esempio la leggenda dei chicchi di grano sulla scacchiera o il grande quadrato latino della "Vita istruzioni per l'uso" di Perec.
Non rimedierò oggi a questa mancanza, anche perché parlare di scacchi in modo davvero originale non è cosa facile per chi scacchista non è.  Parlerò invece di varianti al gioco classico degli scacchi. Non aspettatevi però una trattazione sistematica: vi dovrete accontentare di una incuriosita carrellata, disordinata e molto incompleta.

In un articolo dedicato proprio ai molti giochi da scacchiera, il grande Martin Gardner scriveva: "Come gli organismi biologici, i giochi si evolvono e proliferano in nuove specie. Alcuni semplici giochi, come il filetto, possono restare invariati per secoli; altri fioriscono per qualche tempo, poi s…

Strani poliedri ungheresi

Immagine
Che cos'è un poliedro? È semplicemente un solido limitato da un certo numero di facce, costituite da poligoni. Lo stesso termine "poliedro" deriva dalla parola greca πολύεδρον, che significa "molte facce".
Un esempio banale di poliedro è il cubo: le sue sei facce sono quadrati, cioè poligoni regolari formati da quattro lati e quattro angoli. Il cubo è anche uno dei sei tipi di solidi platonici: i poliedri convessi regolari di cui ho parlato in un mio vecchio post di ispirazione calcistica.

Altri esempi di semplici poliedri sono i prismi, i parallelepipedi e le piramidi (che coincidenza: poliedri, poligoni, Platone, prismi, parallelepipedi, piramidi; avete fatto caso alla ricorrenza dell'iniziale "P"?).
Il più semplice dei solidi platonici, il tetraedro, gode di una singolare proprietà: è privo di diagonali. In altri termini, non riusciamo a trovare, in questo poliedro, una coppia di vertici che non siano collegati tra di loro da uno spigolo.
Gli al…

Carnevale della Matematica #59 su DropSea

Immagine
Oggi è il 14 marzo.
E allora? Bè, scritto numericamente, è il 14/3; e, come scrivono gli inglesi, 3.14, cioè... π!
D'altra parte, non è certo un caso se il Carnevale della Matematica viene celebrato il 14 di ogni mese: il Carnevale di marzo rappresenta poi, in un certo senso, l'edizione principe, che coincide con il Pi day e con il compleanno di Albert Einstein, e viene tradizionalmente dedicata alle meraviglie del pi greco.
L'edizione di oggi è stata ospitata dal blog Dropsea. Il bravissimo Gianluigi Filippelli ha allestito un post carnevalizio molto piacevole e ricco di contributi, simpaticamente inframezzato da riquadri contenenti ghiotte "notizie pigreche".
Dopo le consuete curiosità matematiche sul numero 59, Gianluigi ci guida attraverso caos, poliedri archimedei, quadrature del cerchio, ipersfere, numeri ciclici, storie del pi greco, difficili enigmi, vincite al lotto, e molte altre delizie matematiche!
π è anche noto come costante di Archimede, mentre il …

William Shanks, ovvero il calcolatore umano

Immagine